Vai al contenuto

Carte Prepagate: scegli la carta di credito ricaricabile migliore

In questo portale troverai quali carte prepagate facciano al caso tuo. Ti forniremo tantissimi dettagli per scegliere con cura la migliore carta di credito ricaricabile che fa per te.

Potrai scegliere fra tantissime opportunità, che ti elencheremo qui di seguito.

Carte di Credito Prepagate Online

Ecco diverse carte prepagate ricaricabili online che potrai scegliere per fare i tuoi acquisti in massima sicurezza e libertà.




Al giorno d'oggi infatti è fondamentale disporre di una carta di credito ricaricabile per essere sicuri del conto in banca.

Le carte prepagate sono sempre più diffuse. La loro popolarità è legata a diversi aspetti, che vanno dalla possibilità di tenere sotto controllo le spese in maniera semplice fino a quella di avviare i più giovani alla gestione del denaro.

Carte di credito prepagate: come richiederle

La prima cosa da sapere quando si parla di carte prepagate riguarda le modalità di richiesta. Qualsiasi carta prepagata può essere richiesta presentandosi allo sportello dell’istituto di credito o della società finanziaria che la rilascia, ovviamente presentando la carta d’identità e il codice fiscale.

Per i minorenni è necessaria la presenza di un genitore o di un maggiorenne esercente la patria potestà.

Carte prepagate e carte di credito: le differenze

Che differenza c’è tra carte prepagate e carte di credito? Dal punto di vista della possibilità di effettuare acquisti ormai non si può più parlare di differenze, dal momento che la maggior parte degli store online accettano anche carte prepagate.

I principali punti di differenza risiedono nei limiti di ricarica annuali e giornalieri, che variano a seconda della politica dell’istituto di credito o della società finanziaria che rilascia la carta.

Carte prepagate con Iban: che cosa sono?

La comodità delle carte prepagate si scontra però con delle criticità non indifferenti. Quali sono? L’impossibilità di accreditare pensione e stipendio, così come quella di associare le utenze domestiche e di procedere ogni mese al pagamento tramite RID.




A tal proposito gli istituti di credito hanno pensato alle carte conto. Che cosa sono?

Carte di credito prepagate che, come appena ricordato, prevedono la possibilità di usufruire di servizi molto simili a quelli di un conto normale (un aspetto di cui è bene tenere conto è l’impossibilità di associarle a un conto deposito).

Le carte conto hanno un plafond generalmente più alto rispetto alle prepagate e sono dotate di Iban.

Carte prepagate: differenza tra carta nominativa e carta al portatore

Quando si progetta la richiesta di una carta prepagata è bene avere le idee chiare su un’altra peculiarità tecnica importante, ossia la differenza tra carte prepagate nominative e carte al portatore.

In che cosa risiede? La carta nominativa è ricaricabile - si possono effettuare più ricariche fino alla scadenza - e non prevede limiti normativi al plafond.

La carta al portatore non richiede nessuna registrazione da parte del titolare e ha un plafond che generalmente non supera i 500€. La carta al portatore è definibile come carta prepagata usa e getta.

Carte prepagate Usa e Getta: che cosa sono?

Parlare di carte prepagate significa approfondire anche la questione delle carte Usa e Getta, anche se oggi sono meno diffuse rispetto a qualche anno fa.

Come è chiaro dal nome stesso, le carte prepagate Usa e Getta sono carte anonime che possono essere acquistate dal tabaccaio o presso una determinata realtà creditizia con un credito precaricato.




Non appena il suddetto credito risulta esaurito, non è possibile effettuare altre ricariche. Le carte prepagate Usa e Getta permettono di effettuare acquisti sui più celebri circuiti di pagamento, come per esempio Visa, Mastecard ed Electron.

Quanto costano le carte prepagate?

Prima di richiedere il rilascio di una carta prepagata è opportuno informarsi sui costi, che possono incidere notevolmente sulla gestione del bilancio. A tal proposito è necessario ricordare i costi di attivazione - che generalmente non superano i 5€ - e la necessità di effettuare contestualmente una ricarica iniziale.

Questi non sono gli unici costi a carico dei titolari di carte prepagate. Vediamo assieme quali sono gli altri.

Gli altri costi delle prepagate

 Quali sono gli altri costi delle carte prepagate? Tra i più rilevanti è possibile ricordare quelli connessi ai prelievi. Ovviamente c’è anche un modo per tenerli sotto controllo e per evitare che, a lungo termine, incidano eccessivamente sul bilancio.

Prelevando dagli sportelli dell’istituto di credito che ha rilasciato la carta - sia in Italia sia all’estero - è possibile contenere notevolmente le spese connesse ai prelievi.

Tra le altre voci di spesa a carico dei titolari di una carta prepagata è possibile ricordare anche gli oneri di ricarica che, esattamente come i costi relativi ai prelievi, variano a seconda delle modalità di esecuzione (la scelta più conveniente consiste nell’effettuare la ricarica online).

Carte prepagate per giovani: perché sceglierle?

Le carte prepagate sono un’ottima alternativa per avviare i più giovani alla gestione del denaro.

Per quale motivo? Prima di tutto perché consentono di tenere sotto controllo le spese in maniera molto semplice. Se per esempio la carta prepagata ha un saldo disponibile di 1.000€, un tentativo di effettuare una spesa di entità superiore non andrà a buon fine.

Altro aspetto interessante al proposito è connesso al limite di ricarica giornaliero (le carte dedicate in maniera specifica all’utenza under 18 hanno un limite di ricarica più basso rispetto alle altre).




La diffusione delle carte prepagate - che hanno iniziato a essere utilizzate in maniera pervasiva dall’inizio degli anni 2000 - deve tantissimo all’utenza under 18 e ai giovani che, pur senza un’attività lavorativa ed entrate finanziarie sicure, scelgono spesso di gestire i propri risparmi con una carta prepagata o una carta conto, perfetta anche per effettuare acquisti online.

A questo punto è opportuno fare riferimento anche agli svantaggi delle carte prepagate, che sono decisamente pochi rispetto ai numerosi pro. Forse l’unico vero svantaggio della prepagata è la difficoltà di recuperare il saldo residuo in caso di furto.

In queste situazioni - così come in caso di clonazione - è possibile contattare l’istituto di credito e bloccare la carta. Come appena ricordato, la somma caricata difficilmente viene restituita, a meno che la carta non sia stata assicurata in precedenza.

Altre tipologie di Carte Prepagate

Carta prepagata virtuale: ecco come ridurre i risc... Carta di credito prepagata virtuale: cos’è Nel corso degli anni le carte di pagamento hanno ottenuto un grande successo, sostituendo in alcuni casi i...
Carta prepagata San paolo: perché sceglierla La diffusione delle carte prepagate è una realtà molto importante. A cosa è dovuta? Al fatto che si tratta di prodotti che consentono di gestire il de...
Prepagate Sky: Dove Acquistarle per Calcio e Sport L'offerta di Sky Sky non delude mai, e si afferma sempre di più come leader dell'intrattenimento per famiglie e non. L'offerta è particolarmente inte...
Carta prepagata Mastercard: le caratteristiche del... Carta prepagata Mastercard dove richiederla Le prepagate sono carte di pagamento attraverso le quali il titolare ha a disposizione un plafond con cui...